Aeroportodifrosinone

CORRIERE DELLA SERA: Aeroporto civile Roma-Frosinone, le compagnie low-cost dicono sì

“Le compagnie aeree «low cost» dicono sì all’aeroporto civile di Frosinone e l’Aparf (l’associazione progetto aeroporto Roma-Frosinone) ora spinge più che mai per realizzare il terzo scalo laziale (dopo Fiumicino e Ciampino) che garantirebbe il rilancio economico del Frusinate. Un’infrastruttura strategica sulla quale si punta con decisione. Per questo l’’Aparf chiede a enti locali e istituzioni «la massima unione» allo scopo di concretizzare il progetto che, tra impiego diretto e indotto, assicurerebbe circa tremila addetti.

Lo scalo aereo ciociaro suscita grande interesse soprattutto per la vicinanza con Roma e con il centro Amazon di Colleferro e per l’interconnessione con i treni Tav, che ora fermano anche a Frosinone e Cassino. Il nuovo aeroporto servirebbe, oltre al territorio Ciociaro e Roma, sei province limitrofe e, sostengono i promotori, «metterebbe le ali allo sviluppo del basso Lazio». Al progetto, come fa sapere l’Aparf, guardano con grande attenzione le compagnie «low cost», che hanno espresso interesse attraverso l’associazione Aicalf. «Dopo vari feedback positivi ricevuti dalle principali aziende di logistica italiana e vari gruppi industriali della zona – dice il presidente dell’Arpaf, Tiziano Schiappa -, tutti all’unisono esprimono a gran voce l’interesse nel vedere realizzato un aeroporto a Frosinone».

L’associazione per l’aeroporto di Roma-Frosinone chiede quindi di mettere da parte ogni colore politico e impegnarsi tutti nella stessa direzione per non perdere la concreta possibilità di realizzare l’opera.

Il progetto prevede, oltre alle aree partenza e arrivi, negozi e servizi, trenta banchi check-in e diciotto Gate, dai quali sarà possibile imbarcarsi a piedi o in autobus. «Si tratta – aggiunge Schiappa – di un aeroporto strategico per le importanti infrastrutture di collegamento già presenti e per le future strutture in creazione, con la creazione della variante Asi Morolense e della futura stazione Tav alta velocità di Ferentino. Il tutto nascerebbe con l’utilizzo delle più alte tecnologie green. Al momento – conclude – lo scalo di Frosinone rappresenta l’unica possibilità realizzabile nel Lazio e chiediamo all’assessore regionale Alessandri di mantenere fede a quanto comunicatoci in un nostro incontro, durante il quale si evidenziava Frosinone come unico progetto valido sul tavolo della Regione Lazio».

LINK: Corriere della Sera

Promuoviamo e creiamo opportunità per il territorio che portino in concreto, allo sviluppo del Progetto Aeroporto di Roma Frosinone, unendo e mettendo in sinergia, stakeholder primari, secondari e strategici.